Guida alla lettura del cedolino, seconda parte

Inizia su Guida alla lettura del cedolino, prima parte

3) Dati riepilogativi della retribuzione
In questa sezione vengono indicati gli importi complessivi  riguardanti:

  • le competenze fisse, ovvero lo stipendio base e gli altri assegni;
  • le competenze accessorie, ovvero gli assegni accessori (dovrebbero essere le cifre per attività varie, come i corsi di recupero svolti a scuola);
  • le ritenute, che vengono suddivise in previdenziali e fiscali e altri tipi di ritenute;
  • i conguagli previdenziali e fiscali.

Infine vengono evidenziati i totali lordi e netti (e anche quello del quinto cedibile).

4) Area informativa inferiore

La sezione contiene gli importi dell’imponibile e dell’Irpef relativa all’anno corrente (AC) e a quello precedente (AP), e le aliquote media e massima trattenute al dipendente.

La seconda pagina del cedolino è composta da informazioni  già presenti nella prima pagina più altri elementi di dettaglio.

1) Intestazione del cedolino
Riporta i medesimi campi dell’intestazione della prima pagina ovvero la rata di riferimento e l’ID del cedolino.

2) Area informativa superiore
Riporta le informazioni già presenti nella prima pagina.

3) Dati di dettaglio della retribuzione
Riporta le:

  • Competenze fisse, ovvero lo stipendio e altri eventuali assegni (ad esempio indennità di amministrazione, assegno al nucleo familiare, arretrati a credito, ecc.);
  • Competenze accessorie, e quindi ogni tipo di assegno accessorio (ad es. per lavoro straordinario);
  • Ritenute previdenziali, quelle fiscali al netto delle detrazioni e altri tipi di ritenute (ad es. le ritenute sindacali);
  • Conguagli fiscali e previdenziali, come l’addizionale regionale Irpef, quella comunale (sia per il saldo che per l’acconto), ecc.

4) Area informativa inferiore
Riporta i medesimi importi progressivi della prima pagina.