Tfa sostegno, si può accedere con qualunque diploma?

Il cosiddetto Tfa Sostegno è disciplinato dal decreto ministeriale 92 del 8 febbraio 2019. All’articolo 5 stabilisce che possono partecipare alla selezione gli insegnanti tecnico pratici – gli Itp – (che vengono esonerati dal possesso dei 24 Cfu nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

Per chi non lo sa, preciso che gli Itp sono dei docenti con competenze prevalentemente tecniche e pratiche che operano in genere nei laboratori. Le classi di concorso degli Itp sono contenute nella tabella B, allegata al DPR 19/2016. Secondo questa tabella, alla classe di concorso – in esaurimento – B32 (Esercitazioni di pratica professionale), ex 555/C, possono accedere tutti quelli che sono in possesso di un “qualsiasi diploma di istituto di secondo grado” – ovvero qualsiasi tipo di diploma rilasciato dalle scuole secondarie di secondo grado (anche se durano meno di 5 anni).

In tal senso si è espressa anche la Corte di Cassazione con la sentenza n. 24460/16 del 30 novembre 2016: “Non è contestato che le attuali contro ricorrenti siano in possesso del ‘titolo di studio di scuola media superiore’ e cioè del diploma di scuola magistrale, la quale rientra, ai sensi del d.lgs. n. 297 del 1994, tra le scuole di istruzione secondaria superiore”.

Si può partecipare alla selezione del Tfa per una classe di concorso in esaurimento (ricordiamo che sono destinate a sparire, e quindi non è possibile bandire nuovi concorsi o inserimenti nelle graduatorie d’istituto per queste classi di concorso)? Sul tema si è espressa con una nota di chiarimento il Miur, che ha indicato che “il titolo di accesso alle prove è il possesso del diploma indicato come idoneo per le classi indicate nella tabella B del DPR 19/2016 e successive modifiche”. E quindi finché non verrà modificata la tabella B sarà possibile accedere alla selezione con il possesso di un diploma qualsiasi.