Contratto scuola, il punto sul rinnovo

I fondi disponibili per il rinnovo dei contratti nazionali del pubblico impiego per il triennio 2019-2021 sono passati recentemente da 3.175 a 3.375 milioni di euro. L’aumento di 200 milioni di euro è stato previsto dalla VII commissione del Senato (in sede di approvazione della legge di bilancio).

Questi soldi dovranno essere ripartiti tra gli oltre 3 milioni di addetti della Pubblica Amministrazione – 1/3 dei quali lavorano nella scuola. I 3.175 milioni inizialmente previsto determinerebbero un aumento medio di circa 90 euro lordi mensili. Bisognerà vedere come verranno ripartiti questi soldi.

Secondo la viceministra dell’Istruzione in quota Pd, Anna Ascani: “Bisognerà lavorare con i sindacati della scuola affinché non valga solo il criterio del passato per cui si va a un incremento in percentuale rispetto agli stipendi che esistono ma si ha maggiore attenzione per il comparto scuola, perché è quello che è stato finora più penalizzato. Se fosse così sarebbe un bene per il sistema Paese”.

Vedremo se le sue dichiarazioni corrisponderanno a ciò che effettivamente farà il governo. Noi come sempre vi terremo aggiornati.