Gilda: sconcertante ed immotivato attacco

Trovo sconcertante che chi guida il Ministero dell’Istruzione si esibisca in un violento ed immotivato attacco contro i sindacati, accusati di sabotare la riapertura delle scuole¬†– dichiara Rino Di Meglio, Coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti.

Non si possono invertire i ruoli: ai sindacati spetta di denunciare ritardi ed inadempienze, a chi governa di dimostrare concretamente di svolgere il proprio ruolo con efficienza ed imparzialità.

I cittadini, sindacati compresi, vorrebbero sapere quanti insegnanti di ruolo saranno in cattedra il 1 settembre prossimo, quanti saranno i posti vacanti da coprire con precari da rintracciare, quante aule mancheranno per accogliere in sicurezza le alunne e gli alunni e, infine quando arriveranno i banchi mancanti alle scuole che li hanno richiesti.

Inutile annunciare quante sono le domande di partecipazione ai futuri concorsi.

Riaprire le scuole √® di vitale importanza. E’ questo che vogliamo, non cortine fumogene.

Roma, 21 agosto 2020
Ufficio Stampa Gilda Insegnanti