Tfa sostegno, la regione Liguria chiede attivazione corso di specializzazione per idonei

Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità un ordine del giorno, che impegna la giunta a sollecitare l’Università degli Studi di Genova ad attivare al più presto un corso specifico ad hoc per gli insegnanti ritenuti idonei – ma non vincitori della selezione del Tfa sostegno V ciclo – e di poter essere inseriti con riserva (in quanto iscritti al sesto ciclo) nelle graduatorie di sostegno.

Cosa significa? Che in occasione del prossimo bando per il TFA sostegno (quello relativo al sesto ciclo), la Giunta si impegni presso l’Università ad attivare un corso specifico per gli insegnanti idonei del quinto ciclo.  Si tratta sicuramente di una vittoria del coordinamento idonei del quinto ciclo dei percorsi di specializzazione, ma rappresenta solo la prima parte di un lavoro da fare. Il solo ordine del giorno rischia di non portare a nulla.

Probabilmente, senza un intervento del ministero dell’Università, non so cosa possa fare la giunta per spingere l’università di Genova ad organizzare due corsi per il sesto ciclo del Tfa sostegno. Penso che ci siano problemi ancora maggiori per quanto riguarda l’inserimento con riserva nelle graduatorie di sostegno.

L’OM n. 60/2020 afferma: “Nelle more della ricostituzione delle GPS, i soggetti che acquisiscono il titolo di abilitazione ovvero di specializzazione sul sostegno entro il 1° luglio 2021 possono richiedere l’inserimento in elenchi aggiuntivi alle GPS di prima fascia, cui si attinge in via prioritaria rispetto alla seconda fascia”. Si potrà inserirsi nella fascia aggiuntiva delle GPS con riserva solo in presenza di un’ordinanza che permetta questo passaggio. Senza questo veicolo iniziare prima non servirà a nulla, perché gli idonei potranno entrare in prima fascia solo con il successivo aggiornamento delle GPS.