Concorso straordinario secondaria, per il Miur non si può accedere con un anno di servizio nell’alternativa a religione cattolica

Nelle prossime settimane è atteso il bando per il concorso straordinario o riservato. Restano parecchi dubbi sui requisiti di accesso alla procedura. E ovviamente tra ministero e sindacati ci sono punti di vista opposti su diversi aspetti. Uno dei punti di contrapposizione riguarda la valutazione del servizio svolto per l’alternativa alla religione cattolica. Così come per il servizio svolto esclusivamente sul sostegno (senza titolo di specializzazione), il Miur si è pronunciato negativamente.

Secondo il Ministero “dagli atti parlamentari risulta peraltro in maniera inequivocabile la volontà del legislatore di mantenere fermo il requisito del servizio specifico svolto sulla classe di concorso richiesta. Lo stesso principio vale rispetto al riconoscimento della validità del servizio svolto su materia alternativa a religione cattolica, quale servizio specifico sulla classe di concorso dalla quale è stata effettuata la nomina (punto 4)”.

Vedremo cosa succederà nelle prossime settimane.