Riapertura scuole, per il Miur non è previsto aumento orario docenti

Oggi stanno circolando fantasiose ricostruzioni su come verrà strutturata la scuola al momento della sua probabile riapertura a settembre. Si parla di fantomatici lavori sui volumi degli istituti che dovrebbero portare ad incrementi dei volumi degli istituti che dovrebbero prevedere anche “muri da abbattere per liberare metri quadrati”, ma anche di “un utilizzo più ricco di docenti abituati alla lezione frontale che si trasformerà, giocoforza, in un ampliamento del monte orario (oggi a 18 ore per le superiori) che andrà pagato meglio”.

Sull’aumento dell’orario dei docenti è già arrivata una presa di posizione del ministero, che ha fatto trapelare che tra gli scenari pensati per il rientro a scuola non ce n’è nessuno che prevede un aumento dell’orario di servizio degli insegnanti.

Sul punto si era espressa nello stesso modo la Ministra Lucia Azzolina, che in un intervista al Corriere aveva detto “sono contraria all’idea di raddoppiare l’orario scolastico, smettiamo di pensare che un docente lavori solo 18, 24 o 25 ore la settimana”. E sicuramente sarebbero assolutamente contrari i sindacati.