Concorso straordinario, Azzolina annuncia proposta alternativa

di Fosca Bruno

da Infodocenti

“Stiamo lavorando affinché le  procedure si svolgano in condizioni di sicurezza per i partecipanti e il personale. Stiamo valutando possibili alternative qualora lo scenario epidemiologico dovesse cambiare improvvisamente: una proposta, credo, di buonsenso”.  A dichiararlo in merito al concorso straordinario è stata la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, oggi durante l’audizione in Commissione Cultura alla Camera. Secondo fonti di agenzia, la proposta della titolare di viale Trastevere consisterebbe nel confermare la procedura concorsuale nei mesti estivi, come previsto dai bandi, ma con l’integrazione di una clausola di “emergenza” da far scattare nel caso in cui si verificasse un picco del contagio tale da rendere impossibile lo svolgimento della prova. In quel caso, ci sarebbe l’assunzione a tempo determinato per i docenti e poi un esame scritto durante
l’anno.

Il Movimento 5 Stelle fa quadrato intorno alla ministra, mentre i sindacati respingono al mittente la proposta della Azzolina e, come abbiamo già riportato in un altro articolo, scaldano i motori in vista di un possibile sciopero. A sostegno della mobilitazione prospettata da Flc Cgil, Uil Scuola e Snals si schiera anche il capogruppo Pd al Senato, Andrea Marcucci, secondo il quale “in questa situazione di emergenza, e con tutte le difficoltà che sta registrando la scuola, sono comprensibili le ragioni che stanno convincendo i sindacati ad indire uno sciopero”.