Maturità 2021, commissione “studia” curriculum studente anche per la scelta dei materiali del colloquio

Il Curriculum dello Studente è il  documento in tre parti (Istruzione e Formazione, Certificazioni, Attività Extrascolastiche), che entra in vigore con i prossimi Esami di Stato 2020/2021 del secondo ciclo. il Ministero ha diffuso il modello e fornito indicazioni alle scuole. Ad essere interessati naturalmente gli studenti, ma anche i docenti e le segreterie scolastiche che si occupano degli adempimenti per i prossimi esami.

Il Curriculum è stato pensato per raccogliere le esperienze svolte nel percorso formativo da ciascuna ragazza e ciascun ragazzo, dalle certificazioni linguistiche alle attività extrascolastiche quali ad esempio  quelle culturali, musicali, sportive, artistiche e di volontariato affinché possano essere valorizzate all’interno dello stesso Esame, nella stesura dell’elaborato, con cui si apre la prova, e nel corso del colloquio.

Cosa fa la Commissione

Nel corso della riunione preliminare ogni sottocommissione prende in esame, tra i vari atti e documenti relativi ai candidati, anche “la documentazione relativa al percorso scolastico degli
stessi al fine dello svolgimento del colloquio” (O.M. 53/2021, art. 16, c. 6), in cui è incluso il Curriculum dello studente, e definisce le modalità di conduzione del colloquio (O.M. 53/2021, art.
16, c. 8), in cui “tiene conto delle informazioni contenute nel Curriculum dello studente” (O.M. 53/2021, art. 17, c. 4).

Quindi il Curriculum può avere un ruolo anche nella predisposizione e nell’assegnazione dei materiali da sottoporre ai candidati, effettuate dalla sottocommissione tenendo conto del percorso didattico effettivamente svolto e con riguardo anche alle iniziative di individualizzazione e personalizzazione eventualmente intraprese nel percorso di studi (O.M. 53/2021, art. 17, c. 3)

Di conseguenza sarà necessario che gli studenti pongano particolare attenzione alla stesura del curriculum, anche con l’eventuale guida degli insegnanti, affinché possa essere uno strumento di orientamento per la commissione.

Fonte: www.orizzontescuola.it