Concorso straordinario secondaria, prova scritta: argomenti di studio per metodologie didattiche

Concorso straordinario secondaria: oggi i sindacati convocati al Miur per parlare delle procedure. Qualche indicazione sullo svolgimento della prova scritta.

Il concorso straordinario secondaria si struttura in due parti:

  • prova scritta computer based con  quesiti a risposta multipla su argomenti afferenti alle classi di concorso e sulle metodologie didattiche, da superare con almeno 7/10

La prova riguarda il programma di esame previsto per il concorso ordinario per titoli ed esami per la scuola  secondaria bandito nell’anno 2016.

  • prova di abilitazione, le cui caratteristiche saranno disciplinate con apposito decreto

Secondo l’interpretazione più diffusa e accreditata è che il testo della legge va letto nel senso che – all’interno del programma del concorso 2016 – vanno estrapolate le parti relative ad argomenti afferenti alle classi di concorso e sulle metodologie didattiche. 

Ricordiamo che non sappiamo ancora per quali classi di concorso saranno bandite le due prove del concorso, la prova scritta per i 24.000 posti a ruolo e la prova scritta per il conseguimento dell’abilitazione.

Si tratterà di due prove distinte ma analoghe nella struttura e nel programma di studio.

La prova e il programma sono uguali anche per i docenti di ruolo

Metodologie didattiche: i possibili argomenti di studio

Pur non essendoci ancora indicazioni in merito, uno dei riferimenti più prossimi possono essere gli argomenti indicati dal Miur per l’acquisizione dei famosi 24 CFU, di cui fanno parte appunto le metodologie didattiche.

Si tratta del programma inserito nell’allegato A del DM 616/2017.

L’allegato A prevede “Metodologie e tecnologie didattiche” e questo è il relativo programma:

·I fondamenti epistemologici e metodologico-procedurali della didattica.
·Le principali metodologie della progettazione educativa e formativa.
·Approcci metodologici e tecnologici per la didattica.
·Approcci volti alla progettazione partecipata e per competenze.
· L’analisi dei principali metodi di insegnamento-apprendimento nella scuola secondaria.
·Metodi attivi e cooperativi.
·Metodi laboratoriali e transmediali.
· La docimologia e la sperimentazione educativa.
· Innovazione, sperimentazione e ricerca educativa.
· Le forme della ricerca-azione.
·L’analisi delle tecniche e delle tecnologie educative in ambito scolastico.
·Le tecnologie digitali.
· L’educazione mediale e l’e-Iearning.
· Educazione e social media.
· La valutazione delle competenze e dei rendimenti scolastici (valutazione di prodotto, di
processo e di sistema).
·Le principali tecnologie didattiche per l’educazione inclusiva, anche con riferimento alle tecnologie compensative.
· Le metodologie della ricerca educativa empirica, quantitativa e qualitativa, a sostegno del miglioramento della qualità dei processi educativi formali .
.Le metodologie e tecnologie didattiche specifiche per l’insegnamento scolastico delle discipline comprese nelle classi concorsuali .
.Le metodologie per l’insegnamento sviluppate nella ricerca in didattica delle discipline comprese nelle classi concorsuali.
.La progettazione e lo sviluppo delle attività di insegnamento relative agli specifici ambiti disciplinari coerenti con le classi concorsuali.
.I processi di insegnamento e apprendimento mediati dall’uso delle tecnologie nell’ambito delle discipline comprese nelle classi concorsuali .
.Gli strumenti tecnologici per l’ìnsegnarnento e apprendimento delle discipline di interesse con riferimento agli specifici ambiti disciplinari coerenti con le classi concorsuali.

  •  I principali metodi di insegnamento-apprendimento della scuola secondaria con particolare riguardo ai metodi attivi, cooperativi, laboratoriali anche attraverso l’impiego delle TIC.
  • L’individualizzazione e la personalizzazione dell’insegnamento-apprendimento
  • La valutazione dei risultati scolastici previsti dagli ordinamenti didattici vigenti

N.B. Rimane da capire se nell’espressione generale inserita nella legge 159/2019 “metodologie didattiche” possa rientrare anche la parte relativa alle tecnologia.

In ogni caso la parte relativa alla metodologia rappresenta un punto di partenza per la preparazione al concorso straordinario.

Preparati al concorso