LETTERA GILDA AL MINISTERO SU NUOVO PROTOCOLLO PROVA SCRITTA CONCORSO STRAORDINARIO

Egregio Dott. Bruschi,
Le scriviamo in relazione alle prove scritte della procedura straordinaria interrotta nel mese di novembre la cui ripresa è prevista a partire del 15 febbraio prossimo e alla luce della nota del 3 febbraio 2021 proveniente dal Dipartimento della Funzione Pubblica con la quale si introducono delle modifiche al protocollo di svolgimento dei concorsi pubblici.

In particolare tale protocollo introduce l’obbligo per i partecipanti di presentare all’atto dell’ingresso nell’area concorsuale di un referto relativo ad un test antigenico rapido o molecolare, contrariamente al protocollo precedente che richiedeva una semplice autocertificazione.

In questi giorni siamo sommersi da telefonate di docenti interessati che chiedono informazioni riguardo a tale richiesta in quanto la modifica del protocollo non ha avuto, a pochi giorni dalle prove, una corretta e capillare diffusione con il rischio concreto di veder inibito l’accesso di molti candidati.

Per tale motivo riteniamo indispensabile che il Ministero dell’Istruzione emani al più presto una nota informativa da mandare a tutte le scuole con preghiera di diffusione capillare.
Riteniamo inoltre che sia grave ancora che i costi e soprattutto l’incombenza per la produzione del referto richiesto venga ancora una volta scaricato sui docenti precari che, lo ricordiamo, dovranno spesso spostarsi in altra regione e si vedranno decurtare una giornata di stipendio.

Si richiede pertanto che vengano attivate delle procedure ad hoc per consentire ai docenti interessati di fare i controlli richiesti presso le loro sedi di lavoro con tempistiche e costi a carico delle singole istituzioni scolastiche.

 

Il Coordinatore Nazionale Rino Di Meglio

page2image32019120