Formazione docenti, nessun monte ore obbligatorio

Piccolo promemoria mentre dovreste essere ancora in vacanza: la cosidetta “Buona scuola” ha introdotto la formazione obbligatoria dei docenti, che costituisce un dovere individuale (ma non esiste un monte ore annuale da svolgere ogni anno).

A spazzare i dubbi è arrivata, tra le altre, la nota Miur n. 25134 del primo giugno 2017: l’obbligatorietà della formazione dei docenti non si traduce in modo automatico in un numero di ore da svolgere ogni anno. Dipende dal contenuto del piano formativo di Istituto, che è parte integrante del Ptof, elaborato dal collegio docenti sulla base degli indirizzi del dirigente scolastico.

Il nuovo contratto – quello relativo al 2016-2018 non ha introdotto alcuna novità in merito alle ore da svolgere e all’obbligatorietà della formazione, per cui le ore che i docenti dedicano alla formazione rientrano nelle ore funzionali all’insegnamento (attività collegiali, di programmazione, verifica e informazione alla famiglia).

Spetta al Collegio docenti promuovere iniziative di aggiornamento e definire il Piano di formazione.

Il Collegio delibera contenuti, modalità, procedure di svolgimento e criteri di partecipazione alla formazione, pertanto spetta allo stesso definire le Unità Formative, così come declinate nella nota Miur del 15 settembre 2016.