La Gilda non condivide il protocollo sanitario

Cosa pensa la Gilda del protocollo sanitario? Prendiamo a prestito le parole della Gilda Venezia: “Abbiamo preso atto con sconcerto delle dichiarazioni fatte la mattina di sabato 16 dalla Ministra Azzolina in merito ad una presunta collaborazione dei sindacati nella stesura dei contenuti del ‘Documento tecnico sulla rimodulazione delle misure contenitive nel settore scolastico per lo svolgimento dell’esame di Stato nella scuola secondaria di secondo grado’, redatto unilateralmente dal Comitato Tecnico Scientifico, documento che è stato consegnato dal M.I. alle OO.SS. solo il giorno venerdì 15 alle ore 12.00 senza alcuna comunicazione circa una conferenza stampa della Ministra su tali temi e con l’accordo di un incontro tra OO.SS. e Ministra per il giorno lunedì 18”.

“Evidentemente l’ansia di prestazione che sta aggredendo la Ministra l’ha spinta a false informazioni circa una proficua collaborazione con i sindacati nella stesura del documento. Confidando che la ministra riconosca l’errore possiamo solo dire che il documento del CTS dimostra gravi carenze e necessita di miglioramenti sostanziali per la garanzia della salute dei lavoratori e degli studenti. Aspettiamo pertanto l’incontro di lunedì per trarre le conclusioni di un confronto non ancora iniziato”.

Sullo stesso piano si esprime anche la Gilda Napoli. Ecco il messaggio scritto da Antonietta Toraldo su Facebook: “Cari colleghi, mi corre l’obbligo precisare che la Gilda non condivide affatto il protocollo sanitario previsto per gli esami di stato. Il protocollo è ambiguo e per niente prescrittivo e non dà alcuna garanzia di sicurezza ai lavoratori della scuola. Lunedì siamo stati convocati al Ministero e daremo battaglia , non è possibile per noi accettarlo. Sottolineo ,inoltre , che non c’è stata alcuna proficua collaborazione con i Sindacati come ha affermato oggi la Ministra. Il protocollo elaborato unicamente dal CTS ci è stato fornito solamente ieri e ne discuteremo lunedì”.

Noi condividiamo la loro posizione.