Ritorno a scuola: si gioca con la salute di chi lavora nella scuola

COMUNICATO STAMPA GILDA LIGURIA

Non ci sono le condizioni per riaprire la scuola tra pochi giorni, perché al di là delle dichiarazioni di facciata del governo, dopo i 15 di sospensione delle lezioni per le vacanze di Natale, non è stato fatto nulla per garantire un ritorno a scuola in sicurezza.

Non siamo a conoscenza di un piano dei trasporti adeguato, gli organici sono rimasti invariati e le classi sono quelle affollate di sempre. Non c’è stato nemmeno il potenziamento del sistema dei controlli sanitari, dei dispositivi di sicurezza, del tracciamento dei contagi mediante l’utilizzo di tamponi rapidi e di una corsia preferenziale per il mondo della scuola.

Non c’è bisogno di essere degli indovini per prevedere che a causa di questa decisione ci sarà una netta crescita dei contagi in ambito scolastico. Chiediamo pertanto un rinvio del rientro a scuola: una o due settimane da dedicare ad uno screening completo della popolazione scolastica, con test che permettano di verificare chi è eventualmente positivo al virus.